Amsterdam è un tripudio di colori, acqua e graziosi ponti che attraversano il fiume Amstel. Per la sua struttura composta da palafitte e canali che ci riportano alla memoria la nostra Venezia, è considerata patrimonio dell’Unesco. Le strade della città sono belle, larghe, pulite e soprattutto pianeggianti, ottime da sfruttare come pista ciclabile, non a caso infatti Amsterdam è considerata la capitale mondiale della biciclette.
Guardando la città dal famoso Blauwbrug, il ponte blu decorato con sculture e con la corona imperiale di Amsterdam, sormontato da bellissime lampade ornamentali, si può ammirare un paesaggio caratteristico reso magico dalle case colorate che si affacciano sul fiume, alte e storte, con timpani e pinnacoli mai uguali.

Canali di Amsterdam

Canali di Amsterdam By: ChrisPearce

Le famose houseboat, abitazioni galleggianti, sono ormeggiate lungo i canali, ricche di vasi e fiori dai colori sgargianti. E proprio i fiori sono i protagonisti di Amsterdam, tulipani e viole contribuiscono a rendere ancora più ospitale questa deliziosa città. Non potrete quindi andarvene senza aver visitato il profumatissimo Bloemenmarkt, mercato dei fiori in cui è possibile acquistare i bulbi di tulipani. Se siete poi particolarmente curiosi potrete rimanere colpiti dalla quantità di mercati di ogni genere presenti giornalmente ad Amsterdam. Varrà la pena quindi fare un salto al Waterlooplein markt nel centro storico, il mercatino delle pulci più conosciuto in cui vi stupirete di trovare gli oggetti più bizzarri.

Proprio nel cuore di Amsterdam, sono presenti bellissimi palazzi storici e luoghi di grande interesse come Piazza Dam, centro della città su cui si affaccia il Palazzo Reale in stile barocco, la Nieuwe Kerk, la Chiesa Nuova in cui ancora oggi vengono incoronati i reali olandesi e l’altissimo Naational Monument, l’obelisco di pietra eretto in onore dei caduti nella seconda guerra mondiale. Non lontano da qui c’è la Spui, una singolare piazza che nasconde il giardino segreto di Begijnhof , un tempo quartiere delle beghine, al quale si accede da una porticina dedicata a Sant’Orsola, in cui è presente la casa più antica di Amsterdam. Come non citare poi il famosissimo Vangoghmuseum, in cui è possibile ammirare le favolose opere di questo artista e quelle di altri grandi impressionisti come Gauguin, Pissarro e Monet. Rimanendo in tema artistico, da notare NEMO, l’avveniristico edificio progettato da Renzo Piano che ospita il più grande centro scientifico dei Paesi Bassi.

Nel punto in cui il fiume Amstel si incontra con il canale Singel, è possibile ammirare la Munttoren, la Torre della Zecca, all’interno della quale si trova un carillon che suona ogni 15 minuti. Ma Amsterdam è anche storia e nel quartiere Jordaan potrete visitare la casa-museo di Anna Frank in cui tutto sembra essere rimasto al periodo bellico. Nella zona intorno al Waterlooplein poi è possibile camminare nell’ex quartiere ebraico e visitare l’unica Sinagoga in cui ancora oggi vengono celebrate le funzioni.

E i famosi mulini a vento? Sono così importanti da avere anche una festa nazionale, l’11 maggio. Ad Amsterdam ce ne sono ben 8, uno dei quali ospita la fabbrica della Y-lake, la birra olandese che potrete degustare a meno di 2 euro. È facile quindi intuire che Amsterdam non è solo coffee-shops e red light district, il quartiere a luci rosse, la cui via principale, la Spuistraat, vale comunque la pena di essere visitata.
Amsterdam è proprio quello che non ti aspetti.

PER PUNTI

  • Amsterdam in bicicletta
  • Casa di Anna Frank
  • Casa Museo di Rembrandt
  • Coffeeshop
  • Foam museo della Fotografia
  • Gita in Battello
  • Herengracht
  • Leidseplein
  • Mercato dei fiori
  • Mulini a vento
  • Museo di Arte Moderna CoBrA
  • Nemo
  • Orto Botanico
  • Oude Kerk
  • Palazzo Reale
  • Parco Hoge Veluwe
  • Parco Keuenhof
  • Piazza Dam
  • Prinsengracht
  • Red Light District
  • Rijksmuseum
  • stadio ArenA
  • Torre della Zecca
  • Van Gogh Museum
  • Vondelpark