Bologna è la città universitaria per eccellenza poiché sede di una delle più antiche Università d’Italia e d’Europa e per questo chiamata la Dotta. Ma la città è conosciuta anche come la Rossa per via del colore dei tetti e delle case che richiamano il periodo medievale. La struttura romana della città purtroppo non è più visibile a causa delle modifiche avvenute nel corso dei secoli. Bologna ebbe tre cerchie di mura distrutte e sostituite dalle più ampie mura dei Torresotti. Entro il tracciato di queste il tessuto urbano della città è rimasto in gran parte intatto: questo lo rende uno dei centri storici più estesi d’Italia. L’Emilia Romagna è famosa anche per la sua tradizione culinaria e Bologna non è da meno, infatti girando per la città troverete molti locali in cui assaggiare le prelibatezze del luogo, primo fra tutti, il rinomato tortellino. Il centro storico della città è molto esteso ed è composto da torri, portici, negozi di ogni tipo e piazze, tutto ben tenuto e curato. Il fascino di Bologna è dovuto proprio al suo patrimonio culturale, artistico e monumentale poiché qui nel tempo si susseguirono varie popolazione come gli Etruschi, i Celti e i Romani.

Bologna - Piazza Maggiore

Bologna – Piazza Maggiore By: Roberto Taddeo

Sicuramente il filo conduttore del centro storico sono i portici di epoca medievale che si snodano per chilometri all’interno della città. Il centro attivo e punto di ritrovo di Bologna è rappresentato da Piazza Maggiore che ospita moltissime attrazioni come la bellissima Fontana del Nettuno, il Palazzo Comunale, edificio medievale risalente al 1300 e la gotica Basilica di San Petronio che custodisce al suo interno la meridiana più grande del mondo. Di fronte alla chiesa si trova invece il Palazzo del Podestà e il Palazzo Re Enzo. In uno spazio relativamente piccolo si concentrano quindi una serie di bellezze artistiche che testimoniano l’importanza storica di Bologna. Altro luogo sacro di enorme importanza è la Basilica di Santo Stefano che è composta da un insieme di edifici che compongono il noto complesso delle Sette Chiese. La triangolare piazza S. Stefano infatti ospita la Chiesa del Crocifisso, la Basilica del Sepolcro, la Chiesa di San Vitale e Sant’Agricola, il Cortile di Pilato, la Chiesa del Martyrium, il Chiostro Medievale e il Museo di Santo Stefano. Questi edifici appartengono per lo più a periodi storici diversi, ciononostante nel loro complesso dimostrano una certa omogeneità architettonica marcatamente romanica, nonostante alcune modifiche successive. Altro tratto caratteristico della città sono le torri, un tempo di grande importanza militare ma anche gentilizia poiché davano lustro ed importanza alla famiglia che le costruiva. La più famosa oggi risulta essere la Torre degli Asinelli che ovviamente prende il nome dalla famiglia che ne ordinò la costruzione. Questa torre può essere visitata ed arrivando in cima potrete godere di una deliziosa vista dall’alto sulla città. Altra famosa torre, citata anche da Dante nella divina commedia è la Garisenda, edificata per volere dei Ghibellini. Ponendosi di fronte alla due torri e percorrendo un tratto di strada si arriva alla Piazza della Mercanzia in cui si trova l’omonimo palazzo in stile gotico in cui ha sede la Camera di Commercio della città. Se siete particolarmente interessati all’arte e alla pittura non potete perdervi l’esposizione offerta dalla Pinacoteca Nazionale di Bologna che non a caso si trova in via delle Belle Arti in cui potrete immedesimarvi nei dipinti di Giotto, Tintoretto, Raffaello, Tiziano a tanti altri.

PER PUNTI

  • Basilica di San Petronio
  • Basilica di Santo Stefano
  • Fontana del Nettuno
  • Garisenda
  • Palazzo Comunale
  • Palazzo del Podestà
  • Palazzo Re Enzo
  • Piazza della Mercanzia
  • Piazza Maggiore
  • Pinacoteca Nazionale di Bologna
  • Sette Chiese
  • Torre degli Asinelli