Chigago è la capitale dello Stato americano dell’Illinois, nonché terza metropoli per estensione del continente americano, contando una popolazione di oltre 9 milioni di abitanti. Il suo perimetro sorge sulle rive del lago Michigan e offre un panorama costellato di grattacieli, tipologia architettonica che proprio qui ha avuto origine. Benché oggi non spetti più alla città d’oltreoceano il primato per numero degli edifici più elevati della Terra, è ancora qui che, tuttavia, si trova uno degli esempi più rappresentativi di questa categoria, e cioè la Willis Tower. Per lunghi anni, dal 1973 al 1998, è stato il più alto grattacielo al mondo, raggiungendo gli oltre 500 metri di elevazione, originariamente commissionato da una catena di grandi magazzini e poi passato alla gestione di una compagnia di assicurazione.

Skyline di Chicago

Skyline di Chicago By: edward stojakovic

Questa è solo una delle citazioni che è possibile effettuare parlando dello skyline di Chicago, dal momento che molti altri giganti di cemento e acciaio ne compongono il profilo: basti pensare a costruzioni altrettanto famose, quali il Monadnock Building, che sorge nella zona sud della città e vanta il primato di edificio più alto realizzato in ferro e struttura portante di mattoni, o ancora il John Hancock Center, con oltre 100 piani e 340 metri di altezza con le caratteristiche facciate realizzate in guisa di traliccio con elementi a X con funzione portante, e l’Aon Center, in un primo momento singolarmente rivestito in marmo di Carrara, poi rivelatosi del tutto inadeguato ai rigidi inverni dell’Illinois, e sostituito nei primi anni Novanta con lastre di granito rinforzate di acciaio inossidabile. Veri e propri edifici torreggianti, dunque, che però assurgono al rango di vere e proprie opere d’arte, nelle quali l’impianto di illuminazione contribuisce a creare straordinari giochi di luce, soprattutto in occasione delle città natalizie, quando la città si anima offrendo scorci mozzafiato.

Cuore pulsante della metropoli è il centro, definito Loop o Downtown. Qui si trovano numerose zone d’interesse, come la Daley Plaza, che espone al suo centro un quadro di Pablo Picasso, o i consueti edifici storici, come il Manhattan Building, il primo grattacielo costruito secondo criteri moderni, o il First National Bank Building, la più grande banca del mondo. Altra meravigliosa zona cittadina è senza dubbio la celebre South Michigan Avenue, che ospita alcuni dei luoghi simbolo di Chicago, primo fra tutti il Grant Park, affacciato sulle sponde del Lago Michigan. Al suo interno trova collocazione l’Art Institute, sorto alla metà del XIX secolo e distrutto dall’immane incendio del 1871, per poi essere collocato nella sede attuale. Il museo, il secondo per importanza artistica nel Stati Uniti, espone soprattutto opere dell’arte ottocentesca, per quanto non manchino esempi dell’arte classica, moderna e anche contemporanea. Particolarmente degna di attenzione è l’insieme di opere degli Impressionisti, come Claude Monet e Pierre-Auguste Renoir, del quale si ammira in particolare la Colazione in riva al fiume.

L’imponente edificio che ospita l’importante istituzione culturale, ha visto recentemente anche l’opera dell’architetto italiano Renzo Piano, che ne ha ampliato la struttura inaugurando nel 2009 la Modern Wing (ala moderna), capace di incrementare di un terzo la superficie del museo e collegata tramite un ponte al vicino Millennium Park. Il Grant Park offre un’altra delle cartoline della città: la Buckingham Fountain, la quale è realizzata in uno stile rococò ispirato ai giochi d’acqua della Reggia di Versailles. Essa opera da Aprile a Ottobre e viene spesso arricchita da giochi di luce e di colore. Da non dimenticare infine, durante la propria passeggiata in questa verde cintura cittadina, anche il Museo di Storia Naturale e lo Shedd Acquarium, famoso per gli spettacoli con i delfini.

Quando si parla di Chicago, o meglio quando si prende in considerazione il suo dinamismo culturale, la memoria corre subito al genere musicale del blues e del jazz, che in questa metropoli statunitense hanno sempre trovato uno dei massimi luoghi della loro propagazione. È questo uno dei temi conduttori della pellicola Chicago di Rob Marshall, vincitrice di ben sei premi Oscar nel 2002 e soprattutto capace di raccontare l’anima musicale, malinconica e grintosa, della capitale dell’Illinois. Per gli amanti del genere è allora un must visitare la House of Blues, dove al visitatore è offerta l’opportunità di ascoltare buona musica dal vivo bevendo qualcosa. Inoltre, tra i maggiori avvenimenti annuali a carattere culturale di Chicago non potevano mancare il Festival del Blues, che si tiene nel mese di Giugno al Grant Park, e quello del Jazz, che si svolge invece l’ultimo weekend di Agosto, in concomitanza con il Labour Day.

PER PUNTI

  • Art Institute
  • Aon Center
  • Buckingham Fountain
  • Daley Plaza
  • Grant Park
  • Festival del Blues
  • Festival del Jazz
  • First National Bank Building
  • John Hancock Center
  • House of Blues
  • Lago Michigan
  • Loop o Downtown
  • Manhattan Building
  • Millennium Park
  • Modern Wing
  • Monadnock Buildings
  • Museo di Storia Naturale
  • Shedd Acquarium
  • South Michigan Avenue
  • Willis Tower