Firenze non ha certo bisogno di definizioni per essere celebrata, rappresentando quasi per antonomasia la culla delle arti e della cultura. Patria del Rinascimento, le sue strade e i suoi monumenti hanno scritto la storia dell’arte non solo italiana, ma anche europea, e costituiscono una vera e propria perla nello scrigno del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Cuore artistico della città è la Piazza della Signoria, su cui si affaccia il trecentesco Palazzo Vecchio insieme alla Loggia della Signoria o Loggia dei Lanzi, galleria di celebri sculture tra cui spiccano capolavori classi e moderni come il Perseo di Benvenuto Cellini e l’Ercole e il Centauro del Giambologna. Vicine alla Piazza sono la Galleria degli Uffizi, uno dei più rinomati musei al mondo, custode delle celeberrimi opere di Botticelli, Cimabue, Giotto, Leonardo, Caravaggio, solo per citare alcuni nomi di tali impareggiabili maestri, e la Chiesa del Duomo, intitolata a Santa Maria del Fiore, la quale spicca in tutti gli scorci fiorentini con l’immensa Cupola del Brunelleschi, la più grande mai realizzata in muratura.

Ponte Vecchio di Firenze

Ponte Vecchio di Firenze By: Joan Campderrós-i-Canas

Placido e silente, il fiume Arno bagna l’eleganza di questa città, protagonista della storia cittadina parimenti ai numerosissimi personaggi che l’hanno caratterizzata nel corso dei secoli. Le acque del fiume sono scavalcate da numerosi ponti e certo una menzione d’onore spetta al Ponte Vecchio, uno dei simboli più conosciuti di Firenze. Con le sue tre arcate a sesto ribassato, è unico nel suo genere grazie alle due file di botteghe artigiane che lo fiancheggiano, ricavate entro portici poi chiusi, quasi a rappresentare la prosecuzione della strada. Le architetture religiose e civili possono tranquillamente trasmettere anche alle più giovani generazioni la gloria e il fasto della Firenze medicea e rinascimentale.

I più grandi nomi dell’architettura nostrana (oltre al già citato Brunelleschi, basti pensare a Leon Battista Alberti, autore della facciata di Santa Maria Novella e di Palazzo Rucellai) e della letteratura (in primis Dante, ovviamente, artefice di versi ispirati ai luoghi fiorentini e ancora oggi ricordati da numerose targhe poste nel cosiddetto Oltrarno, ovvero la riva occidentale del fiume, e ancora Petrarca e Boccaccio) hanno quasi plasmato plasticamente le membra urbane di Firenze, la cui serena eleganza può riassumersi nelle eleganti atmosfere delle  , disposte sulle colline e nelle campagne che circondano la città. Reggia del Granducato di Toscana e dei Medici è stato Palazzo Pitti, dimora regale sino all’epoca dei Savoia. Al suo interno sono ospitati vari musei di diversa natura: oltre a raccolte specializzate (Museo degli Argenti, delle Carrozze, delle Porcellane e la Galleria del Costume), ritornano i consueti capolavori dell’arte nella Galleria Palatina (con le grandi firme del Rinascimento, da Raffaello a Tiziano) e nella Galleria d’arte moderna. Naturalmente, molti altri sono gli esempi di palazzi privati che con le loro eleganti movenze architettoniche continuano a testimoniare il fasto delle antiche famiglie fiorentine: dal Palazzo Strozzi, magnifico nel suo stile bugnato, a Palazzo Rucellai, fastoso nel suo simmetrico equilibrio, solo per citarne alcuni.

Anche alla forza della fede Firenze ha affidato alcune delle massime espressioni dell’architettura cittadina. Una delle piazze più importanti del centro è senza dubbio quella di Santa Croce, dominata dall’omonima basilica.
Questa chiesa, che occupa il lato est della piazze e che si presenta circondata da diverse residenze nobiliari, è oggi il pantheon di numerose personalità della cultura italiana: qui hanno infatti trovato sepoltura, tra gli altri, Michelangelo, Galileo, Raffaello, Alfieri e Foscolo. Del massimo cantore fiorentino, Dante Alighieri, qui è presente solo il cenotafio, dal momento che le sue spoglie, com’è noto, riposano ancora oggi a Firenze. Inesauribile è il patrimonio storico e artistico di Firenze. Immergersi tra le sue vie e i suoi monumenti significa fare un viaggio nell’arte e nella cultura di tutta una nazione, che qui ha trovato lo specchio ideale e perfetto delle sue più ardite conquiste e ambizioni.

PER PUNTI

  • Campanile di Giotto
  • Chiesa di Dante e Beatrice
  • Cupola di Brunelleschi
  • Duomo di Santa Maria
  • Galleria degli Uffizi
  • Galleria di Arte Moderna
  • Galleria Palatina
  • Loggia dei Lanzi
  • Loggia della Signoria
  • Oltrarno
  • Palazzo Pitti
  • Palazzo Rucellai
  • Palazzo Strozzi
  • Palazzo Vecchio
  • Piazza della Signoria
  • Piazzale Michelangelo
  • Ponte Vecchio
  • Santa Croce
  • Santa Maria del Fiore
  • Santa Maria Novella
  • Ville Medicee