Fino a due secoli fa Kuala Lumpur non era nemmeno indicata sulla carta geografica, oggi è una delle capitali asiatiche più all’avanguardia ed in continuo sviluppo: grattacieli scintillanti circondati da immensi parchi si alternano a quartieri caotici ricchi di tradizione. Accanto agli edifici dalle architetture avveniristiche sarà facile trovare le cupole ramate che risalgono a tempi lontani e, passeggiando nel trafficato centro cittadino, potrete visitare i luoghi di maggior interesse storico-culturale e stupirvi nel trovarli a pochi passi dagli enormi shopping mall.

Skyline di Kuala Lumpur

Veduta di Kuala Lumpur By: Terence S. Jones

Simbolo della città sono le altissime Petronas Twin Towers, due futuristiche torri gemelle collegate tra loro dallo skybridge, un ponte da vertigine sospeso del voto. La struttura d’ispirazione islamica, ricorda una stella ad otto punte e di notte dà il meglio di sé, offrendo uno spettacolo mozzafiato grazie al gioco di luci ed illuminazioni. Lo skyline di KL, così rinominata dai sui abitanti per darle un ulteriore tocco moderno, è arricchito dalla Menara Tower situata al centro di un vasto parco in cima ad una collina che offre diverse attività ed attrazioni come il percorso attraverso la foresta pluviale, zoo e un simulatore di formula uno.
Al centro della città si trova Merdeka Square, una grande piazza che ospita il Sultan Abdul Samad Building, uno stravagante edificio risalente al 1897 in stile moresco abbellito da finestre con archi, cupole in rame e l’alta torre dell’orologio. Posizionata sulle sponde dei due fiumi, il Kelange e il Gombak, e nel cuore della città, potrete ammirare una delle più antiche e belle moschee della Malesia, la Masjid Jamek. Questo luogo sacro in stile arabeggiante è sormontato da grandi cupole e si trova immerso in un giardino tropicale con alte palme, possiede poi una sala immensa riservata alla preghiera ed arricchita da alte colonne. Nella zona di Chinatown invece noterete sicuramente l’eccentrico tempio induista di Mahamariamman, la protettrice di coloro che vivono in terre straniere. Il gopuram, la torre che sovrasta l’ingresso, è decorato con vivaci sculture di divinità hindù e nelle sale interne, dove potrete entrare solo a piedi nudi, si trovano soffitti dipinti, affreschi e numerose statue ornate d’oro e pietre preziose. All’esterno gli ambulanti vendono ghirlande di fiori freschi e bastoncini di incenso creando un ambiente profumato e tipicamente orientale.
Bukit Bintang invece rappresenta la zona più commerciale di Kuala Lumpur con centri commerciali dall’architettura tutt’altro che tradizionale che offrono le mercanzie più varie ed edifici dallo stile audace. Non a caso questo quartiere è definito Golden Triangle per la sua ricchezza dovuta proprio alla grande quantità di esercizi commerciali, tra cui ristoranti che vi proporranno ogni genere di cucina. Se vorrete immergervi ancora di più nella modernità, allora dovrete spostarvi nel quartiere di Putrajama, la così detta “città del futuro”, costruito di recente con lo scopo di farne il nuovo centro amministrativo della Malesia in cui troverete bizzarri edifici e un lago artificiale al cui centro è posizionata la modernissima Putramosque, un moschea caratterizzata dal suo alto minareto.
Una volta a KL non potrete andarvene senza aver visto le Batu Caves, delle grotte naturali scavate all’interno di una grande montagna che ospitano dei templi hindù favolosi raggiungibili solo scalando una suggestiva scalinata intagliata nella roccia. Tutt’intorno troverete dei laghetti che faranno da cornice a questo capolavoro naturale, in cui troverete il calore e il folclore del popolo malese.

PER PUNTI

  • Batu Caves
  • Bukit Bintang
  • Chinatown
  • Golden Triangle
  • Gopuram
  • Moschea Masjid Jamek
  • Moschea Putramosque
  • Menara Tower
  • Merdeka Square
  • Petronas Twin Towers
  • Putrajama
  • skybridge
  • Sultan Abdul Samad Building
  • Tempio induista di Mahamariamman
  • Torre dell’orologio