Seconda città del Portogallo, Porto, in italiano Oporto, è il luogo che da’ il nome anche al vino rinomato in tutto il mondo ed il capoluogo del distretto omonimo localizzato nel nord del paese. Buon vino, ponti, edifici, lanterne sono alcuni degli elementi di cui la città portoghese va fiere del suo patrimonio storico e culturale. Forte della concorrenza con Lisbona, i suoi abitanti non fanno problemi a suggerire al turista che ciò che di meglio c’è a Lisbona è l’indicazione per raggiungere Oporto.

Oporto By: José Moutinho

Oporto By: José Moutinho

Oporto ha una paesaggio molto caratteristico che guarda più al passato che al moderno: è possibile infatti leggere nelle sue architetture cenni al passato romano e al suo V secolo. E’ qui che si sposarono Giovanni I e Filippa di Lancaster, segno dell’emblematica alleanza tra Portogallo e Inghilterra. I suoi abitanti si guadagnarono il nome di tripeiros secondo un aneddoto che ancora oggi ha validità: sembra infatti che vennero soprannominati così perché fornivano carne ai marinai conservando per se’ trippe. Nel tempo Oporto è diventata un centro commerciale e industriale di rilievo. Una delle caratteristiche principali della città è la costante presenza dei ponti, che hanno aiutato a rendere più fluido il traffico: il primo ponte permanente fu costruito nel 1806, il Ponte das Barcas, che andò distrutto durante la fuga della popolazione in seguito all’invasione delle truppe napoleoniche. Fu poi sostituito dal Ponte Pênsil, di cui restano solo i pilastri di sostegno dopo che fu sostituito dai ponti Luìs I e Maria Pia. Altri ponti noti sono l’Arràbida, dotato di un imponente arco di supporto in cemento, il S. João, che si sostituisce al Maria Pia e ancora il Ponte Do Infante, terminato nel 2003. I ponti rientrano quindi tra le attrazioni della città, che vi aiuteranno a spostarvi da una zona all’altra.

Recentemente c’è stata un’importante lavoro di restauro che ha dato nuova luce alla città, a cui da sempre si era accusato un certo disinteresse verso la pulizia e l’attenzione alla valorizzazione delle sue bellezze: il vecchio mondo della città ha avuto quindi una rispolverata e una rimodernata che però non ha intaccato la bellezza anticata di cui gode la città. C’è spazio quindi per discoteche, ristoranti e negozi che si fondono in armonia con chiese, cattedrali, musei, viali e case tipiche dalle tegole rosse dagli Azulejos, piastrelle in ceramica con decorazioni in blu e bianco. Diverse quindi sono le bellezze architettoniche da cui lasciarsi incantare, come il Viale degli Alleati, corso principale del centro, i giardini del Palacio de Cristal, le chiese romaniche che appaiono qua e là, come l’imponente Cattedrale di Porto, e ancora la famosa chiesa di Santo Ildefonso. Il centro storico di Oporto è stato riconosciuto infatti come patrimonio dell’umanità dall’Unesco, e tra le attrazioni suggerite immancabile è la Casa da Mùsica, uno spazio dedicato alla musica in cemento armato, molto particolare per la sua forma poliedrica irregolare che lo rende anche difficilmente percorribile al suo interno. A firmarlo è stato l’architetto olandese Rem Koolhaas.

Noto è il fiume Douro che divide in due lati la città: da un lato Vila Nova de Gaia, la casa del vino, dall’altra Foz alla foce del fiume, luogo in cui è piacevole passeggiare ma anche concedersi qualche piccolo piacere come un caffè al bar o cenare a base di pesce in uno dei rinomati ristoranti della zona. Tra le pietanze tipiche il Guts di moda do Oporto, generalmente gustato caldo e quindi perfetto per l’inverno e realizzato con diversi salumi, proposti nelle loro parti più pregiate, e ancora il Francesinhas, un panino ricoperto di formaggio e carne con una saporita salsa.

PER PUNTI

  • Boca do Lobo
  • Castelo do Queijo
  • Cattedrale da Se
  • Centro Portoghese di Fotografia
  • Chiesa San Francisco
  • Fondazione Serralves
  • Giro in battello sul Douro
  • Il quartiere della Ribeira
  • Livraria Lello & Irmão
  • Museo Nacional de Soares dos Reis
  • Palazzo della Borsa
  • Parco Naturale di Serra da Estrela
  • Parco Nazionale Peneda-Gerês
  • Ponte Maria Pia
  • Torre dos Clérigos
  • Vila Nova de Gaia