Pastificio San Lorenzo


All’interno dell’ex Pastificio Cerere, spazio industriale riconvertito in polo culturale di alto livello nel mondo dell’arte contemporanea, sede di studi d’artisti e spazi espositivi, nonché della Scuola Romana di Fotografia, si nasconde un suggestivo ristorante gourmet, il Pastificio SanLorenzo. Nato dall’intuito di quattro soci vicini al mondo dell’arte, il ristorante unisce cura e ricercatezza estetica alla qualità di una cucina che abbina modernità e tradizione.

Piatti eleganti e gustosi, creazioni dello chef Fabio Pecelli che vi conquisterà con maialino croccante, merluzzo con spinacetti, vellutate di patate e gamberi, pollo croccante con gelato ai peperoni e i “saltimbocca” di capesante burro e salvia, senza dimenticare i classici primi piatti di tradizione romana: spaghetti ajo & ojo, cime di rapa e gamberi rossi o all’amatriciana con guanciale affumicato, battuta di Fassona de La Granda servita nella sua essenzialità accompagnata da foglie di rucola a dare piccantezza e freschezza, e da tre mini-salse (uovo marinato, senape e tabasco) da unire o mescolare a piacere, o i gustosi tajerin fatti a mano con pepe cozze e pecorino: sapori netti e decisi che si imprimono al palato senza risultare aggressivi, fino alle pappardelle con animelle, carciofi e pecorino di fossa.

Da non perdere i golosi i dessert: soufflè al cioccolato fondente, cheesecake di ricotta su salsa di amarene e l’insolito tiramisù al thè verde, l’originale lingotto dulcey limone (una sorta di panna cotta al cioccolato biondo con gelée di limone e melissa) e croccante all’arancia.

La carta dei vini offre sempre diverse perle, e il Pastificio si conferma un buon indirizzo anche per l’aperitivo al bancone, che nella bella stagione si arricchisce di un angolo dedicato ai crudi di mare sfilettati al momento.

Pastificio SanLorenzo
via Tiburtina 196, Roma