Il Cile, come lo definiva Neruda, è il “Paese sottile” ed infatti si estende dal Tropico del Capricorno fino al Circolo Polare Antartico, combinando una grande varietà di climi. Si va dal deserto più arido del mondo, quello di Atacama, dove non piove da 400 anni, fino alla Patagonia, dove pioggia, vento e neve sono la norma. A Santiago il clima è arido, non piove quasi mai e l’inverno praticamente non esiste, infatti nelle case non troverete i riscaldamenti.
La bellezza di questa città è data sia dal suo paesaggio sia dal suo patrimonio storico ed artistico. Santiago infatti si trova nella Valle Centrale ai piedi delle Ande offrendo scenari bellissimi. A ciò si aggiunge la cultura e l’arte del paese, ogni vicolo, piazza e palazzo coloniale vi racconteranno la storia di questa grande capitale che sa anche essere moderna e cosmopolita.

Santiago del Cile

Plaza de Armas, Santiago By: Gustavo Gomes

Santiago nasce ai piedi del monte San Cristòbal e si sonda lungo il corso del Río Mapocho a nord del quale sorge il centro storico con Plaza de Armas, il cuore della città, circondata dalla Catedral Metropolitana de Santiago che unisce lo stile classico a quello barocco, bellissima di notte, illuminata a regola d’arte. Volgendo lo sguardo vedrete il palazzo del Correo Central ovvero le poste, un tempo sede del governatore e il Palacio de la Real Audiencia che oggi accoglie il museo Histórico Nacional. Uscendo dalla piazza imboccate il Paseo Ahumada godendovi una passeggiata tra negozi di alta moda arrivando poi a Plaza de la Ciudadanía che ospita la residenza tardo-coloniale del presidente della repubblica cilena, il Palacio de la Moneda. Il palazzo è così grande che si estende per un isolato affacciandosi anche su Plaza de la Constitución, uno dei polmoni verdi della città. Inoltre fu qui che il presidente Allende fece l’ultimo estremo tentativo per opporsi all’esercito golpista guidato dal generale Pinochet. Non lontano da qui poi c’è il colorato Mercado Central dove potrete comprare e scoprire nuovi cibi che ritroverete sulle tavole dei ristorantini ubicati proprio all’interno del mercato. Qui infatti potrete assaggiare il piatto tipico cileno, il curanto, uno stufato ricco di carne e pesce e sorseggiare il pisco, un brandy a base di moscato.
In via Fernando Marquez de la Plata al numero 192 potrete visitare La Chascona, una delle tre case-museo del famoso poeta Pablo Neruda in cui viene raccontata la sua vita privata ed artistica mentre nella città portuale di Valparaiso è conservata La Sebastiana, altra abitazione del poeta che si caratterizza per la sua bellezza architettonica e per la vista sulla baia.
Se volete saperne di più sulla storia del Sud America allora potrete soddisfare la vostra curiosità visitando il Museo Chileno de Arte Precolombino, creato allo scopo di preservare e diffondere l’arte e la cultura di questo popolo. Il museo vanta un’estesa collezione di materiali e manufatti appartenenti alle civiltà precolombiane quali gli Incas, Maya e Aztechi ma anche popolazioni originarie del Cile come i Mapuche.
In ultimo, se vorrete godere della città dall’alto dirigetevi sulla collina di San Cristóbal ai piede del quartiere Bellavista. Questo rilievo fa parte di una catena di montagne che formano il Parque Metropolitano de Santiago, il parco urbano più grande del Cile e uno dei più estesi al mondo. Potrete raggiungere la collina con la funicolare e godere pian piano della vista sulle Ande e ovviamente di Santiago.

PER PUNTI

  • Catedral Metropolitana de Santiago
  • Correo Central
  • La Chascona
  • Mercado Central
  • Monte San Cristòbal
  • Museo Chileno de Arte Precolombino
  • Museo Histórico Nacional
  • Palacio de la Moneda
  • Palacio de la Real Audiencia
  • Parque Metropolitano de Santiago
  • Paseo Ahumada
  • Plaza de Armas
  • Plaza de la Ciudadanía
  • Plaza de la Constitución
  • Río Mapocho