Shanghai è essa stessa sinonimo di città, perché quando si pensa alle popolose metropoli di tutto il mondo, è proprio questo importante centro cinese a occupare il primo posto delle aree urbane a maggiore densità demografica, con oltre 23 milioni di abitanti. Nel vortice di una continua crescita economica negli ultimi anni, Shanghai è una forza nel campo commerciale e finanziario e i suoi traffici marittimi si qualificano tra i più intensi del pianeta. È proprio per questa sua natura in costante evoluzione che lo skyline della città cinese è contrassegnato da un innumerevole gruppo di grattacieli, veri e propri giganti architettonici all’avanguardia che assurgono al rango di vere e proprie creazioni artistiche. Per ammirare un siffatto panorama, basta dirigersi verso il distretto finanziario, noto come Pudong: si tratta di un’area soggetta a profonda revisione urbanistica quale espressione della rampante economia di questo Paese del Sol Levante.

Skyline di Shanghai

Skyline di Shanghai By: Robert S. Donovan

Tra gli edifici maggiormente significativi, occorre tenere in considerazione la Jin Mao Tower, alta oltre 400 metri e con circa 90 piani, in cui è possibile ascendere sino alla sommità per godere di una vista mozzafiato sulla città e sul fiume che vi scorre accanto, lo Huangpu. Altro edificio ricco di grande suggestione è la cosiddetta Pearl Tower: si tratta di una torre televisiva, tra le più alte al mondo, caratterizzata dal particolare disegno costituito da 5 sfere sovrapposte, presso cui ha sede anche un famoso ristorante rotante. Infine, non può passare sotto silenzio il grattacielo più alto di Shanghai, il World Financial Center, alto quasi 500 metri e dalla incredibile forma a cavatappi, poiché reca in sommità un apertura rettangolare (in sostituzione di una circolare), in modo tale da ricordare la conformazione di un apribottiglie. In una città dove l’elevato numero di abitanti, il traffico lungo le principali arterie urbane e lo smog potrebbero fungere da ostacolo, l’occhio attento del viaggiatore deve cogliere le bellezze di Shanghai innanzitutto a partire dai suoi contrasti, che trovano ancora una volta nell’architettura la loro espressione plastica. Le vestigia del passato si mantengono nel cuore della Città Vecchia: qui le costruzioni hanno conservato il tipico tetto a pagoda e si apre il Padiglione del Thè, mentre negli stretti vicoli, al riparo dalle code automobilistiche, si apre una miriade di negozietti che vale la pena di visitare. Nel distretto noto come Pund, sulle rive del fiume Huangpu, conserva invece molti edifici realizzati durante la prima metà del XX secolo, dallo stile neoclassico all’art decò. A quest’ultimo stile architettonico, in particolare, sono ascrivibili le opere ungherese-slovacco Hudec, artefice, tra l’altro, de l’Hotel del Parco e del Teatro Grande. Questi edifici, insieme ad altri quali il Peace Hotel, il Metropole Hotel e la Broadway Mansions, hanno saputo cristallizzare nelle forme della materia un periodo importante nella storia di Shanghai, soprattutto negli anni 1920-30.

Design d’eccezione è pure quello che mostra lo Shanghai Museum, inaugurato nel 1996 con undici gallerie che ospitano straordinari manufatti della millenaria tradizione cinese, di cui è in particolare degna di menzione la collezione di 400 bronzi che parlano al presente di un mondo passato ma sempre vivo nella memoria popolare. Spazi in cui ripararsi dalla dirompente modernità sono anche i vari templi che costeggiano Shanghai e tra cui spicca il Tempio del Buddha di Giada, il quale ospita un’enorme statua del peso di una tonnellata dal caratteristico colore giallo zafferano, o ancora i Giardini Yuyuan. Situati nella Città Vecchia e noti anche come “Giardini del Mandarino”, sono un parco prestigioso di progettazione Ming con la caratteristica varietà di paesaggi articolati in viali e colline, dove si affacciano anche alcuni Palazzi. Una città per la quale, forse, l’aggettivo “bello” può apparire generoso, ma che conserva ancora nel suo impetuoso divenire molteplici echi capaci di soddisfare le variegate aspettative del viaggiatore.

PER PUNTI

  • Broadway Mansions
  • Città Vecchia
  • Giardini Yuyuan
  • Hotel del Parco
  • Jin Mao Tower
  • Metropole Hotel
  • Peace Hotel
  • Pearl Tower
  • Pudong
  • Pund
  • Shanghai Museum
  • Skyline
  • Teatro Grande
  • Tempio del Buddha di Giada
  • World Financial Center