Verona, la città scaligera e luogo che ha consacrato l’amore di Romeo e Giulietta, è considerata la “Porta d’Italia” poiché introduce a coloro che vengono dal nord le bellezze della nostra terra. Il dramma shakespeariano ha contribuito a rendere famosa questa città che ha molto da offrire oltre al famoso balcone di Giulietta. In ogni caso una capatina in questo luogo così romantico è quasi d’obbligo, anche solo per cercare un po di fortuna toccando la statua della nostra eroina. Verona è una città d’arte ricchissima di patrimoni culturali di diverse epoche, da quella romana a quella moderna. E proprio di questi due periodi sono le due cinte murarie che la caratterizzano, infatti al centro abbiamo le mura romane mentre i fortilizi rinascimentali caratterizzano la circonvallazione interna. Un elemento comune che ritroverete in tutta la città è il tocco di Cangrande della Scala le cui costruzioni gotiche sono formate da mattoni rossi e antico marmo bianco, richiamando gli antichi fasti romani. Un esempio è Piazza delle Erbe, la più antica della città, al cui centro spicca la fontana della Madonna Verona composta con pezzi appartenenti alle terme romane e il Capitello sotto cui sedeva il podestà.

Arena di Verona

Arena di VeronaBy: Kevin Poh

Altro simbolo di Verona si trova nella centralissima Piazza Bra ed è l’Arena, ennesima testimonianza romana in cui anticamente si scontravano i gladiatori, mentre oggi ospita molti eventi culturali, musicali soprattutto, rendendo lo spettacolo un momento suggestivo e magico. Da qui, proseguendo in via Roma ovvero la via dello shopping, si arriva a Castelvecchio, una fortezza fatta costruire dalla Signoria Scaligera in difesa delle possibili sommosse popolari. A questa costruzione è collegato il Ponte Scaligero che assicurava agli abitanti del Castello una via di fuga verso la campagna.
Assolutamente da vedere per la sua bellezza è poi il Duomo di Verona il cui vero nome è Cattedrale di Santa Maria Matricolare. La sua facciata è un connubio tra lo stile gotico e quello romanico con un portico che invita i fedeli ad entrare all’interno della chiesa dominata dai pilastri nel caratteristico marmo rosso. Altro simbolo religioso della città è la Chiesa di San Zeno protettore e patrono di Verona, un capolavoro in stile romanico con un rosone particolare decorato da sei statue, il portale è sostenuto da due leoni mentre l’arco è decorato con motivi animali e vegetali con sculture di santi tra cui lo stesso San Zeno. Omaggio a Dante è l’omonima piazza circondata da edifici monumentali collegati fra loro da portici e arcate, quasi a creare una sorta di corte interna. La statua del sommo poeta, che qui trovò rifugio dopo il suo esilio da Firenze, è costruita con il marmo di Carrara e si trova al centro della piazza. Entrando dall’Arco della Costa si incontra il Palazzo del Comune utilizzato oggi come sede museale. Tra le sue torri, la più nota è la Torre dei Lamberti che offre un panorama a 360 gradi sulla città e all’interno è conservato il cortile del Mercato Vecchio mentre la Domus Nova  chiude la piazza. Infine tra le tante cose da vedere a Verona, le Arche Scaligere sono uno dei monumenti più prestigiosi. Erano le tombe dei Della Scala, signori di Verona, delimitate da una recinzione in marmo con cancellata in ferro riportante come motivo ricorrente il simbolo della scala.

PER PUNTI

  • Arche Scaligere
  • Arco della Costa
  • Arena di Verona
  • Balcone di Giulietta
  • Capitello
  • Castelvecchio
  • Chiesa di San Zeno
  • Cortile del Mercato Vecchio
  • Domus Nova
  • Duomo di Verona
  • Fontana della Madonna Verona
  • Fortilizi rinascimentali
  • Mura romane
  • Palazzo del Comune
  • Piazza Bra
  • Piazza Dante
  • Piazza delle Erbe
  • Ponte Scaligero
  • Torre dei Lamberti
  • Via Roma